L’Isola (dedica al sogno) – Prefazione

Uno dei due, ad occhio L., tre anni or sono s’è fatto cogliere dal virus del poema, senza manco rendersene conto. Sette mesi, l’obolo pagato, come a molti accade, al mito dell’uomo solo sull’isola deserta, sequenza di poesie in percorso illogico e sofferto, ma unitario. Una metafora, a fare i conti col passato e col futuro, a ricapitolare gli spiccioli in mano, a cercare domande per risposte difficili. L’altro, ci ha messo come suo solito il capolavoro grafico di questa copertina. Specchiatevi, se ne avete l’anima.